Archivio

Archive for dicembre 2012

Malati di mente , fatevi curare.

Se spostate le elezioni a Marzo allora avete tutto il tempo per riformare la legge elettorale e togliere quella cosa che voi stessi avete definito Porcellum.

Annunci
Categorie:Uncategorized

La Costituzione, inno alla nascita?

Cari amici io ci provo

con questa mail  vi invio gli auguri di Buon Natale, crediamo nella proprietà del buon augurio? Eppure alcune persone non credono nemmeno al Natale. Io un buon augurio sincero non lo butterei via soprattutto se accompagnato da buone intenzioni.

Per molti di noi terrestri questo inverno si presenta come il più duro del dopo guerra, dobbiamo trovare il modo per affrontare il presente e quello che dopo verrà.

Vi confesso però che non capisco alcuni commenti in rete che riguardano la spettacolare lettura della Costituzione italiana da parte di Roberto Benigni,  mi fanno capire tutto il popolo è diviso in tutto, è arrabbiatissimo e non ragiona più. NON RAGIONA PIU’!

La rilettura della costituzione e un po’ come la rilettura del Natale , almeno una volta l’anno è un piacere riviverla e questo fatto dovrebbe essere apprezzato da tutti perché promuove il bene di ognuno, nessuno escluso. Ma niente da fare ci sono tantissime persone che protestano, mugugnano: ritengono che Benigni uomo di sinistra ( ma siete così sicuri? Io non credo che la sua  intelligenza sia tesserata) non dovrebbe prendere compensi esagerati ( dove sta scritto?) .Che importanza ha? La sua arte è un grande dono e non c’è prezzo che lo paga. Ieri sera Roberto avrebbe potuto fare il suo mestiere di comico e far ridere tutta notte e non solo schernendo Berlusconi, ma passando pesantemente a Grillo, Bersani, Casini, Napolitano ecc.  invece egli ci ha voluto donare  la parte migliore di sé: l’ esempio di quando  passione ed arte si trasforma in miracolo d’amore. “Bisogna voler bene alla Costituzione come si vuole bene alla propria mamma”bandiera. Buon Natale a tutti.

Categorie:Uncategorized

Natale 2012

4 dicembre 2012 1 commento

L’anno scorso nel periodo natalizio ho messo in rete l’mp3 di  “Dormi sweet Jesus” questa volta con questo file audio ho voluto fare il mio primo video con dieci immagini prese liberamente dal web. Spero che vi sia gradito. La ninna nanna  a Gesù bambino fa parte della Notte della stella, ( Messa di Natale 1999) un lavoro commissionata dalla San paolo Audiovisivi che ha avuto un epilogo drammatico. Alcuni dirigenti paolini non hanno gradito il sound del disco ed  hanno censurato il lavoro boicottando la promozione e la distribuzione. I fatti:Nei giorni antecedenti al Giubileo 2000 mi trovavo a Roma e avendo bisogno di una copia del mio Cd  mi sono recato nel negozio della San Paolo in via Della Conciliazione. Il commesso dopo aver rovistato per bene sotto il bancone ha innalzato con la mano destra la copia di “La notte della stella” e prima di battere lo scontrino guardando i soldi che avevo già in mano, davanti ad altri clienti ha ammonito: Guardi che questo prodotto  io glielo sconsiglio proprio! Io rimasi fulminato, forse sbiancai in viso perchè la mia muta espressione fece subito cambiare atteggiamento al venditore che in quel momento comprese che qualcosa di forte mi legava a quel disco, ma io per quanto mi sforzassi non riuscii a trovare la forza di dire una sola parola, pagai e uscii dolorante con il disco in mano a cercare subito soccorso dentro la  farmacia più vicina. Mi sentii veramente male quel giorno , non tanto per il fatto di essermi reso conto di aver scritto una opera sgradevole, ma per il fatto ( penso unico al mondo ) che il negoziante si rifiutasse di venderla. Per cui a distanza di anni rileggendo il testo della ninna nanna mi è venuto il dubbio che i paolini possano aver letto nella canzone  un messaggio New Age, ma non è così . Il testo è stato ispirato da un fatto realmente accaduto. Spesso con i miei figli piccoli mi cimento nell’ inventarmi delle ninne nanne per farli dormire. Nel periodo della scrittura della messa nello scrivere il testo della ninna a Gesù  ho immaginato semplicemente le parole della madre. “ Dormi , dormi presto che domani il sole sei tu”.Penso che chiunque abbia  avuto il proprio bambino tra le braccia intenda

Categorie:Uncategorized