Home > Uncategorized > Tigran Hamasyan, più Prog di così!

Tigran Hamasyan, più Prog di così!

 Che fine ha fatto la musica Prog? Chi la produce ancora? Sono domande correnti perché negli ultimi tempi questa musica sembra attraversare un periodo di crisi. Secondo me questo è dovuto all’uso ed abuso delle le tastiere digitali, chitarre elettriche super tecnologiche, batterie da bombardamento, ovvero strumentazioni esageratamente tecnologiche vedi per esempio i Dream Theater, per fare un nome. Ma la musica Prog non è morta, anzi è più forte di prima.

I musicisti Prog non hanno mai abbandonato la ricerca ed il loro suono è sempre all’avanguardia perché resiste e combatte eroicamente sui palcoscenici di tutto il mondo. E’ la musica dei grandi ideali, quella che non ha mai smesso di seguire l’esempio dei grandi maestri del passato e che relazionandosi contemporaneamente con  gli altri generi musicali a 360 gradi, ha creato la musica senza confini . Musica che si nutre del meglio del jazz, della crema del rock, delle verità della musica classica, dell’esperienza del folk. Insomma la musica degli anni settanta oggi è ancora viva; si è solo trasformata perché ha cambiato pelle e la sua pelle è il suono. Nella sua evoluzione questa musica non poteva restare ancorata esclusivamente ai suoni del Mellotron, all’ Hammond, al Sinth , ora la musica Prog  affascinata dalla  purezza dello strumento acustico continua la propria strada, alla ricerca della bellezza creando nuove emozioni, nuovi mondi dove ogni sorta di effetto è proibito ( roba dell’altro secolo). Ma intendiamoci, lo sguardo sul glorioso passato c’è sempre, soprattutto nel conservare i contenuti ed il cuore dei grandi indimenticabili gruppi rock progressive degli anni 70: King Crimson, EL& P, Yes, Van Der Graaf Generator, Genesis, Vanilla Fudge, Gethro Tull, Gentle Giant e altri ancora.

Per fare un esempio della Musica Prog di oggi:
https://www.youtube.com/watch?v=z7j7bdEPSd0

Annunci
Categorie:Uncategorized
  1. raffaele
    13 dicembre 2018 alle 9:30 AM

    Ciao Tony, intanto come va, son convinto che la musica prog non sia morta completamente, anzi, c’è un po’ di bella roba in giro, ma come avete sempre sostenuto anche Voi musicisti, bisogna anche vivere e quindi si cerca sempre “protezione” nella musica più commerciale (ma queste son cose dette e stradette) alla fine del mese bisogna tirare il cassetto, mi auguro che si possa ascoltare della buona musica comunque , ma la vedo dura. Un abbraccio forte e ci sentiamo per4 gli auguri di Natale, un abbraccio e buona giornata a te e alla tua splendida famiglia.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: