Home > Uncategorized > AAA cercasi industriale trekking

AAA cercasi industriale trekking

Cadore 26 Luglio 2019

Sarà l’effetto del caldo, ma questa è davvero l’estate più stravagante della mia vita: lontana dai concerti estivi e dedicata completamente a famiglia, vacanza , meditazione!

I primi di Luglio eravamo a San Vito di Cadore e già dalla prima passeggiata ho percepito una sensazione nuova, oltre alla bellezza della natura c’è stata la scoperta di una nuova maniera di affrontare le lunghe passeggiate nei luoghi ameni.

La prima escursione è stata alla malga Ra Stua, a nord di Cortina, dove un gruppo di giovanissimi sono partiti in quarta e dopo pochi passi mi hanno seminato. Il percorso attraverso il bosco era abbastanza dolce ma con il sole che picchiava si faceva dura la salita. Ed ecco il ricorso al bastone. Uno dei più antichi strumenti per alleviare la fatica. Ho raccolto il primo ramo trovato per terra e poi ne ho raccolto un altro di simile al primo (curvo anch’esso) per mettermi all’inseguimento.

E qui è successo qualcosa di strano, in pochi minuti ho raggiunto i fuggitivi e , miracolo! Li ho sorpassati tutti con una facilità estrema. Ho pensato che il frutto di tanta energia era dovuto alla fortuna del principiante. Non è così: perché anche nel ritorno in discesa ho provato l’ebrezza della velocità, grazie all’uso diverso dei bastoncini curvi. ( disegno a e b) : Una scoperta incredibile che mi ha incuriosito.

Ho fatto una veloce ricerca su internet e ho visto che i miei bastoncini ad arco non esistono in commercio. Il mio pensiero è andato subito al disastro boschivo del 2018 , dove centinaia di migliaia di metri cubi di legname sta per essere e trasformato in pellet.

Si potrebbe anche riciclare gran parte dei rami degli alberi e trasformarli facilmente in bastoncini da trekking e nello stesso tempo valorizzare le risorse del territorio.

Oltre a questa opera di recupero i vantaggi dei nuovi bastoncini sono molteplici: Il materiale è biologico, nell’atto del suo impiego l’appoggio a terra è ben attutito grazie all’elasticità del legno. Ho poi potuto sperimentare che l’impugnatura libera , senza laccioli, consente di affrontare con meno rischio qualsiasi tipo di terreno. Nell’attesa che qualche imprenditore metta in produzione a suo vantaggio e di tutta la comunità veneta questa simpatica novità, torno alle mie montagne….Jooedel,

 

ollalaiee!

Categorie:Uncategorized
  1. Al momento, non c'è nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: