Home > Uncategorized > La prima di Mystica

La prima di Mystica

Tony Pagliuca nella cripta di San Fermo a Verona

Negli anni, di concerti ne abbiamo visti tantissimi. Dei più disparati generi musicali. In giro per l’Italia, in Europa e negli Stati Uniti. Ma quello a cui abbiamo assistito lo scorso 22 aprile nella cripta della chiesa di San Fermo a Verona, è andato oltre ogni immaginazione. Tony Pagliuca, indimenticabile tastierista de Le Orme uno dei gruppi su cui si è basato tutto il movimento Progressive italiano, ci ha letteralmente deliziato con la sua “Rosa Mystica” nella prima parte della serata. Nella seconda, come era ovvio che fosse, sono arrivati i brani più famosi de Le Orme e una cover a sorpresa di Claudio Rocchi. Con Tony, alle tastiere e alla fisarmonica, alla voce c’era Elisabetta Montino, Alessandro Monti alla chitarra e al basso e Ilic Fenzi alla tromba. “Rosa Mystica” è una rilettura in musica del Santo Rosario, e mettere in musica 50 Ave Maria, forse la preghiera più amata del cristianesimo, deve aver comportato un notevole lavoro sia dal punto di vista concettuale che da quello della composizione. L’esecuzione in sé è talmente particolareggiata e difficile al tempo stesso, che i musicisti al folto pubblico presente nella cripta hanno chiesto il silenzio assoluto. E lì, in quel silenzio irreale ma etereo allo stesso tempo, abbiamo assistito e ascoltato qualcosa di talmente coinvolgente, mistico e religioso che ogni tanto bisognava guardarsi in giro per rendersi conto di dove in realtà eravamo. Tony Pagliuca ha iniziato questo lavoro oltre sette anni fa in collaborazione con il compianto maestro Vittore Ussardi, arrivando a pubblicare il lavoro sulla fine del 2021. Ci sono talmente tante sfumature in questa “Rosa Mystica”, che si fa fatica a capire quello che abbiamo ascoltato. Però, l’ambientazione nella cripta di San Fermo ha senza dubbio aiutato i musicisti e il pubblico ad entrare in una specie di coesione forte, anzi fortissima, che alla fine ha dato i propri frutti. Da manuale, inoltre l’idea di Tony “nascondere” in mezzo ai banchi della chiesa il coro San Gaetano di Pozzo di San Giovanni Lupatoto, magistralmente condotto dalla maestra Lee Chia-Jung, che ha notevolmente avvolto in una sorprendete atmosfera i suoni che arrivavano dall’altare, tanto da obbligare a delle vere e proprie espressioni di meraviglia e stupore gli appassionati presenti. Il resto lo fanno Tony con le sue tastiere e la sua fisarmonica, la discreta chitarra e il basso preciso di Alessandro e la voce ineguagliabile di Elisabetta, capace di dare colore, calore, profondità e dolcezza quando lo spartito lo richiede, e non solo, preziosi i contrappunti di Ilic con la sua tromba. Nemmeno il tempo di fare un paio di foto con tutto il coro ai piedi dell’altare, che Tony dà inizio alla seconda parte del programma della serata. Si parte con “Sguardo verso il cielo” il primo vero hit de Le Orme, per continuare con Claudio Rocchi e la sua meravigliosa “La realtà non esiste”, una delle prime “preghiere psichedeliche” italiane. E poi di seguito “Ritratto di un mattino”, “Pietro il pescatore”, “Il poeta prima di dormire”, “Immagini”, per arrivare, finalmente, a “Gioco di bimba”. E qui, ci siamo girati ad un certo punto, per vedere se effettivamente dal muro vicino a noi “si staccava un’ombra furtiva” che ci facesse battere il cuore. “Vis de primavera” chiude il set. Ma c’è ancora tempo per una versione di “Canzone d’amore” eseguita dal solo Tony e che, sicuramente, ha fatto venire i brividi a più di una persona. La serata finisce con una “Ave Maria” in chiave blues e un’ultima “Improvvisazione”, che chiude in maniera psichedelica una notte da ricordare a lungo.

Luca Sguazzardo

Con la direttrice del coro Lee Chiajung

Categorie:Uncategorized
  1. 28 aprile 2022 alle 12:00 PM

    Una bellissima recensione che rende appieno l’idea di quanto Tony sia riuscito a ottenere con il suo impegno e creatività… Impegno di anni di ricerca dimenticando totalmente gli interessi commerciali. Una grande prova di coerenza e onesta intellettuale… Chapeau!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: